Riflessioni sul Natale

Posted by: i.amati

Tagged in: Untagged 

i.amati

Riflessioni sul Natale

Da bambina il Natale era sicuramente la festa più attesa e non solo per i regali che Babbo Natale e la Befana mi portavano, ma anche per l’atmosfera di gioia, di festa e di condivisione che si respirava a casa mia attorno agli antichi simboli del Natale: l’albero ed il presepe. Aspettavo con entusiasmo le feste natalizie, anche perché erano un momento di ritrovo di tutta la mia famiglia. Ricordo con piacere il grande tavolo nel quale ci raccoglievamo per giocare a tombola o a carte. E ricordo anche la lunga preparazione e il grande impegno dei miei nonni, sia materni che paterni, nel preparare i pranzi e le cene con le specialità tipiche tarantine.

Come dimenticare il profumo e il sapore delle “pettole” tarantine?

Le “pettole” (= pallottole di pasta lievitata molto morbida fritte nell’olio bollente e cosparse di zucchero) a Taranto, in tutto il Salento e in buona parte della Puglia, sono il dolce del periodo natalizio per antonomasia.

Nella mia famiglia, la preparazione delle “pettole” era ed è ancora oggi una vera e propria celebrazione.

Mi piace anche ricordare l’ingenuità con la quale credevo nella favola di Babbo Natale e della Befana ed il frizzante gusto dell’attesa. Non dimenticherò mai l’emozione di svegliarmi la mattina di Natale e dell’Epifania e di trovare miracolosamente l’albero pieno di regali.

A creare la magia, però, erano anche i miei genitori che, con i loro racconti e il loro entusiasmo, rendevano la festa più attesa dell’anno ancora più affascinante ai miei occhi e agli occhi delle mie sorelle.

Mentre scrivo queste riflessioni, vi confesso le forti emozioni che sto contattando nel rievocare quei momenti, quelle immagini, quei suoni e quegli odori ...

Oggi, invece, “respiro” il Natale in un’atmosfera completamente diversa. Proprio l’altro giorno, mentre ero in un centro commerciale di Roma, facevo questa considerazione: il Natale è sempre più una corsa agli acquisti, colpa anche della televisione e della pubblicità che fanno vivere il Natale come una festa associata al consumismo.

Però, questa constatazione, che è espressione dei tempi, non mi allontana dallo spirito con il quale anche da adulta mi vivo il Natale, lo stesso con il quale lo affrontavo da bambina: il ritrovarsi in famiglia; il lasciarmi affascinare dai colori, dalle luci, dagli addobbi, dagli odori e dai suoni natalizi; il lasciarmi emozionare; il vivermi e gustarmi le sorprese.

A parte questo, oggi, per me il Natale è anche un momento di riflessione e, per associazioni libere, mi fa venire in mente AMORE e SPERANZA.

L’amore perché, secondo me, è la totalità della Vita che, una volta, realizzato ed esperito, porta ciascuno di noi a dire: “Io sono la Vita”. L’amore non ha limiti, come il calore sprigionato dall’energia solare. L’amore è energia pulsante, la verità che ci rende liberi.

La speranza, perché ci aiuta a vedere e ad affrontare la Vita con ottimismo e passione, ci garantisce la sensazione di un futuro di possibilità aperte e ci dà il giusto slancio verso la Vita. La speranza, però, intesa come “bisogno” di speranza e come uno degli elementi fondamentali che ci tiene in Vita.  Liberare la speranza per liberare la Vita significa, per me, opporsi al cieco cinismo di quanti vogliono uccidere la speranza e con essa la Vita.

Amore e speranza, due dimensioni correlate ed inscindibili che ci consentono di affrontare il meraviglioso cammino della nostra Vita.

Dopo la corsa ai regali di questi giorni, vi invito a “sostare su voi stessi” e a riflettere su cos’è per voi il Natale, un po’ come ho fatto io: recuperate i vostri ricordi e le vostre sensazioni di bambini …, restate un attimo in contatto con le emozioni che vi evocano … e  riflettete su cosa rappresenta oggi per voi il Natale anche attraverso le associazioni libere, ossia cosa vi fa venire in mente la parola Natale ...

Desidererei che condivideste con noi le vostre riflessioni anche come forma di scambio. Dunque, vi aspetto!

Concludo le mie considerazioni di oggi con il seguente augurio:

“Come un fiocco di neve, possa questo magico periodo adagiarsi sulla vostra Vita, sciogliersi tra i vostri desideri, rinfrescare il vostro futuro, idratare il vostro amore.”

Buon Natale!

(Clicca su Buon Natale!)