“Mai più” significa ribadire, con chiarezza, la necessità di una svolta radicale.


L’orrore delle stragi sulla strada richiede un pronunciamento forte, che nasce dal profondo di ciascuno di noi , una presa di posizione ferma, decisa, incrollabile.
In una dimensione sociale, relazionale, quotidiana caratterizzata dal perenne mutamento, dal fluire dinamico che tutto modifica e trasforma, “mai più” diventa il fulcro di una affermazione irrinunciabile della vita, della sua grandezza, della sua importanza.“Mai più” è un grido che risponde ad un grido, la certezza che il problema, la tragedia, a partire da questo primo messaggio della campagna, non rimarranno senza la risposta di un nostro impegno della nostra assoluta determinazione, della nostra decisione di essere presenti e cambiare davvero, in modo significativo, questo volto sconvolgente della nostra realtà sociale, comunitaria, personale.
“Mai più” è la nostra sfida alla cultura della morte, banco di prova della nostra autenticità.. 

                                                                                             Mario Balzanelli

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 19 Agosto 2009 09:23 )