Messaggio n°3 del 16 Giugno 2007

Siamo vivi, felici di essere vivi, e vogliamo rimanere così” significa affermare, con forza, l’evidenza delle evidenze: la vita è, di per sé, meravigliosa.

 

La vita che viviamo è realmente tutto ciò che abbiamo, tutto ciò che conta, tutto ciò che merita di essere festeggiato!!!

E’ assurdo constatare, giorno dopo giorno, che gli uomini sono in grado di far festa per tutto, per qualsiasi motivo, tranne che per il motivo più importante: essere vivi !

Questa consapevolezza merita, innanzi tutto, la riscoperta di una gioia più profonda, la disponibilità a generare, dall’interno di noi stessi, un infrenabile entusiasmo, ma anche una serena pausa di riflessione.

Il bene inestimabile della vita rischia di essere, anche in pochi istanti, sciupato, annientato, distrutto.

La vita meravigliosa, la vita stupenda, la vita splendida chiude, ogni giorno, per tanti, troppi, sempre più “troppi” di noi, il suo irripetibile incanto su asfalto e schegge di vetro, tra lamiere ed urla, tra lacerazioni devastanti ed incubi senza fine, in un mare di sangue ancora innamorato dei suoi sogni.

Il messaggio di questa settimana chiarisce e propone, a ciascuno, una scelta di fondo: questa vita, nostra e altrui, ci piace assai, ed è troppo preziosa per essere messa in pericolo.

Il messaggio dispone a prendere posizione ferma ed irrevocabile: per fatti e comportamenti, a partire dalla guida, traduciamo la nostra felicità di essere vivi nella più semplice, importante e, fatti alla mano, “urgente” delle conseguenze: rimaniamo tali, vivi tra vivi.

Sforziamoci, innanzi tutto, visto che non è affatto ovvio, a rimanere ciò che siamo, vivi!

 

Mario Balzanelli

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 19 Agosto 2009 09:24 )