TARANTOSERA

«Strade killer: la strage si ferma»

giovedì 9 ottobre 2008

Calano gli incidenti, calano i morti, calano i feriti gravi. La mattanza comincia ad essere fermata. Sulle strade di Taranto e provincia finalmente un bollettino meno drammatico.

La campagna “Un messaggio per non morire”, si conferma iniziativa che esce dall’evanescente frastuono di parole per collegarsi direttamente alla realtà, quella dei giovani che indubbiamente sono i soggetti più a rischio quando sono alla guida. Il “messaggio” è riuscito a penetrare nei luoghi dei ragazzi, nei loro mondi ed è lecito ritenere che meriti significativi questo dialogo persuasivo avviato con le nuove generazioni deve pur averlo. Eccole le cifre: nel trimestre da giugno a agosto 2008 il 6% in meno del numero totali degli incidenti rispetto allo stesso periodo del 2007; il 24% in meno dei deceduti ed il 20% in meno dei feriti gravi. A settembre 2008, rispetto allo stesso mese dell’anno scorso gli incidenti sono diminuiti del 30% e del 50% i feriti gravi. Pari, invece, il numero dei deceduti: uno solo. «Possiamo parlare di cambio di direzione significativo — commenta Mario Balzanelli, leader project dell’iniziativa — siamo di fronte ad un risultato incoraggiante che ci spinge a moltiplicare gli sforzi per un impegno collettivo ed energico sulla strada della prevenzione».