PostHeaderIcon un messaggio per la vita

PostHeaderIcon primapress

riportiamo integralmente l'articolo di PRIMAPRESS.IT

Il massaggio salvavita entra nella "Buona Scuola"

 

Il massaggio salvavita entra nella "Buona Scuola"

 

PRIMAPRESS) - ROMA - Approvato dalla Commissione Cultura della Camera l’emendamento per l’obbligo di insegnamento del Primo Soccorso nelle scuole. L’emendamento, inserito nel testo del disegno di legge “Buona Scuola” voluto dal premier Matteo Renzi, farà sì che le scuole inseriscano nei loro programmi didattici l’apprendimento di tecniche di base per prestare soccorso. Primo fra tutti il massaggio cardiaco. Con l’entrata in vigore della legge bisognerà vedere come le scuole potranno attrezzarsi al modello didattico introdotto. Guardando al percorso di come si è giunti a questa innovazione di forte impatto sociale, potrebbe essere la collaborazione con il Sistema italiano dei 118 a consentire l’apprendimento delle tecniche di primo soccorso nelle scuole così come era stato proposto con un progetto di iniziativa popolare del 2005  nato a Taranto sulla spinta del Segretario generale del servizio di emergenza medica, Mario Balzanelli. Nonostante la richiesta popolare avesse raccolto 93 mila firme, prodotto due DDL bipartisan nel 2008 e l’intervento ultimo, in ordine di tempo, della Vicepresidente del Senato, Valeria Fedeli che aveva sollecitato l’attenzione delle Commissioni verso l’introduzione della formazione scolastica per il primo soccorso, il percorso dell’iniziativa è stato alquanto travagliato.
“L’insegnamento delle tecniche di primo soccorso – ha dichiarato Mario Balzanelli, Segretario Generale del SIS 118 – sono una conquista sociale di un paese che deve fare i conti con una percentuale ancora troppo alta di morti accidentali in qualsiasi fascia d’età.  Insegnare ad intervenire con un massaggio cardiaco non solo significa salvare la vita altrui ma crea nei ragazzi la consapevolezza del valore per la vita. Per questo - ha continuato Balzanelli – che dal 1994 promuoviamo la conoscenze delle tecniche salvavita nelle scuole e da allora abbiamo spinto perché i vari governi si accorgessero dell’importanza di un provvedimento che diventasse legge di Stato”.   - (PRIMAPRESS)


Add a comment

Ultimo aggiornamento ( Martedì 19 Maggio 2015 12:15 )

 

PostHeaderIcon L'angolo di Mario


Convincere.

Viene dal latino “cum – vincere”, che significa “mezzo per vincere” ma anche “vincere insieme”.

Convincere.

Mezzo per vincere.

Sembra che vincere sia diventato una vera e propria ossessione.

Ovunque ricette, slogan, percorsi formativi dedicati.

Vincere è bello, vincere fa la differenza, vincere è d’obbligo.

Quindi competere è inevitabile, superare l’altro è ineludibile, affermarsi sull’altro è imprescindibile.

Altrimenti, ahimè, non posso vincere.

La ricerca del vincere diventa, purtroppo, ricerca spasmodica, convulsa, dei mezzi per vincere.

La storia dell’uomo genera, in tal modo, i primati millenari della ricchezza, del possesso, del denaro.

La storia dell’uomo partorisce, al riguardo, gli abissi permanenti di violenza, diretta e indiretta, imposti brutalmente per strada o, con maggiore eleganza, nelle sedi istituzionali, vestendo in giacca e cravatta.

La storia dell’uomo promuove le logiche spietate di dominio e di supremazia, individuali e collettive, nazionali e continentali, planetarie.

Vincere diventa possedere sempre di più, a tutti i costi, inevitabilmente, e quindi levare a qualcuno, magari il necessario, per prendersi comunque e ancora di più, magari il superfluo.

Convincere.

Mezzo per vincere.

Abbiamo scelto i soldi quali fine sostanziale del nostro esistere, l’economia quale misuratore reale del benessere, la finanza, quale parametro assoluto di riferimento su cui realizzare il destino nostro e, più ancora, dei nostri figli.

Oggi le guerre dei ricchi non si fanno solo con i mitra e con i missili quanto, principalmente, mediante la progressiva espropriazione di sovranità dei popoli da parte di un ristrettissimo numero di lobbies finanziarie internazionali mediante il meccanismo del debito.

Non ti pieghi al mio dominio?

Non mi cedi la tua sovranità, la tua libertà, il tuo diritto – dovere a decidere di te stesso?

Perfetto, ti chiudo il rubinetto.

Ti taglio i viveri.

Ai tuoi figli affamati porterai da mangiare a fine mese i tuoi principi morali.

Così tutti a vendersi o, comunque, a piegarsi.

Convincere.

Mezzo per vincere.

Momento difficile, drammatico, della nostra storia.

Vivo ogni giorno da vicino, in prima persona, il dramma del dolore e della morte.

Mi rendo conto, ogni giorno, che vivere significa, più semplicemente, prendersi cura, stare vicino a chi soffre, supportare – con tutto il cuore – chi non ce la fa.

Non ho mai visto nessuno, in punto di morte, laddove lucido, consapevole, in quegli attimi tremendi, rimpiangere i propri soldi, i propri averi, i propri titoli, le proprie ricchezze, il proprio conto in banca.

Assolutamente no.

Quando si muore, quando si è consapevoli di morire, cerchi chi ami, solo chi ami, il contatto, anche visivo, il calore, anche quello immenso che si irradia tenendosi mano nella mano.

Quando l’uomo si congeda dalla vita, emerge il senso assoluto della sua vita, l’amore.

La vita della vita.

Convincere.

Mezzo per vincere.

Lasciar perdere i dettami culturali più perdenti che unicamente producono il nostro fallimento plurimillenario.

Congedarsi dalle chiacchiere e dal frastuono di una propinata visione della storia che ad arte propone e impone polarità esistenziali invertite, quindi atroce sistematico inganno.

Distaccarsi dalle inautenticità radicali di sistema che avvelenano scientemente e di continuo il corso degli avvenimenti.

Ripartire dalla notte in cui ci troviamo.

E decidere una buona volta di attraversare con coraggio questa notte.

Guardare a questo istante di tenebre con un silenzio vero, capace di fermare il tempo.

Scendere senza remore, senza compromessi, nella sua profondità infinita.

Inabissarsi nel buio dell’ora certa alla ricerca personale della nostra verità, verità di viventi, verità di morenti.

Fare scelta corale di silenzio davanti al mistero, che piaccia o meno, si agita e pulsa in noi.

Convincere.

Mezzo per vincere.

Ripartire dall’evidenza, nuda e cruda, esattamente da ciò che è.

Entrare nel cuore di questo silenzio, spingersi oltre i confini di questa notte.

Un sepolcro vuoto si offre a mille considerazioni.

La scienza ne esclude categoricamente una.

Nessuna vita può tornare indietro dalla morte.

Penso e ripenso, ogni qualvolta constato un decesso.

Un pezzo di carta che spiega, motiva e certifica.

Una bara che viene sigillata.

Si chiude una storia.

Cosi è se ci pare, e anche se non ci pare.

Scacco matto.

La vittoria è diventata sconfitta.

Il mezzo per vincere è diventato strumento di resa.

Evidenza ultima di annientamento.

Convincere.

Vincere insieme.

Ma che significa vincere?

Significa, per me, aver realizzato noi stessi, in tutto il potenziale vero, reale, della nostra vita.

Vincere significa, per me, aver dato tutto.

Tutto senza riserve.

La vittoria dell’uomo è nell’amore, è nel vero incondizionato amore.

Vincere quindi diventa amare e pertanto amare in tutto, per tutto, attraverso tutto.

Nei limiti, oltre i limiti.

Oltre la caducità di noi stessi.

L’unica vittoria possibile è la vittoria dell’amore.

Vinciamo insieme se ci uniamo concretamente, oggettivamente, tangibilmente, significativamente, affidabilmente, in questa prospettiva.

Vinciamo insieme se nei fatti costruiamo, generiamo, nutriamo, la civiltà dell’amore.

Convincere.

Vincere insieme.

Ritrovare in noi stessi la civiltà dell’amore.

La luce oltre il buio.

L’altro diventa mio fratello.

I beni sono in nostra funzione e non viceversa.

La disuguaglianza su scala mondiale deve essere abbattuta.

L’economia deve essere strumento di bene condiviso e non di dominio del più forte sul più debole.

La ricchezza è nella realizzazione integrale dell’uomo nella pienezza dell’amore e non nei soldi.

I cristiani, così come gli atei, gli agnostici e i credenti di tutte le altri religioni, hanno il diritto di vivere e di prosperare in pace e non devono più vivere il crescente orrore di essere sistematicamente fatti a pezzi, crocifissi, decapitati, seppelliti vivi, smembrati da innumerevoli esplosivi, senza che nessuno - tra i più disgustosi cialtroni che credono di essere i giustizieri del mondo - muova un solo dito.

Convincere.

Vincere insieme.

Notte al cimitero.

La morte impone il silenzio.

Chi ha dato tutto si è svuotato di tutto.

Non ha più niente.

Anche la logica si congeda.

Inizia il banchetto delle larve.

Pure oggi, ho trovato laggiù, ancora una volta, quaggiù, qui davanti, così fedele, eco, richiamo, musica dal profondo.

Respiro di vita.

Inedito, più forte, sconvolgente, eterno.

Lo sento, lo percepisco, te ne parlo.

Non dimentico.

Vincere è la vittoria dell’amore.

La sconfitta della morte.

Per me, per te, per tutti.

 

Buona Pasqua!!!

 

Mario Balzanelli

 

 


Alcuni miei interventi

 


Add a comment
 

PostHeaderIcon L'angolo di Italia




guarda l'ultimo video pubblicato -->


www.italiamati.it

 


clicca su :  http://www.youtube.com/watch?v=lmiRV8RIThg

 

TRAGUARDO RAGGIUNTO!

IL PRIMO SOCCORSO ENTRA NELLA SCUOLA ITALIANA

Il 15 ottobre 2015 è una data che passerà alla storia perché dopo 10 anni di impervio lavoro finalmente il Primo Soccorso entra nella scuola italiana con la Legge 13 luglio 2015, N. 107 sulla Buona Scuola.
La proclamazione di questo importantissimo traguardo è avvenuta in un convegno presso il Senato della Repubblica a Palazzo Giustiniani al cospetto di cariche dello Stato come il Presidente del Senato, Pietro Grasso; la Vice Presidente del Senato, Valeria Fedeli; e la Presidente della Commissione Sanità, Emilia Grazia De Biasi.

 "Leggi l'intero messaggio" -->


Ed eccovi la canzone della nostra campagna

Autore: dr. Mario Balzanelli
Cantante: Mery Venneri
Compositore: Stefano Berto
Scenografia: Mimma Tutone
Clicca su: TU SEI LA VITA MIA


scarica la brochure

 


Add a comment
 

PostHeaderIcon L'angolo di Merlino

"Non è il critico che conta, non l’uomo che indica perché il forte cade, o dove il realizzatore poteva far meglio.Il merito appartiene all’uomo che è nell’arena; il cui viso è segnato dalla polvere e dal sudore; che lotta coraggiosamente; che sbaglia e può cadere ancora, perché non c’è conquista senza errore o debolezze, ma che veramente lotta per realizzare; che conosce il grande entusiasmo e la grande fede; che si adopera per una nobile causa, che tutt’al più conosce alla fine il trionfo delle alte mete, e che nel peggiore dei casi, se fallisce, cade almeno gloriosamente, cosicché il suo posto non sarà mai vicino alle anime pavide e paurose che non conoscono nè la vittoria nè la sconfitta".

(Theodore Roosevelt)


Add a comment
 

PostHeaderIcon L'angolo di Alessandra






L'angolo di Alessandra




A voi tutti buongiorno… cominciamo oggi una rubrica dedicata che ci vedrà amici e complici in una esperienza davvero esclusiva e preziosa. Molti tra voi già mi conoscono per aver dato voce e passione alle sfide di un Messaggio per la Vita in tutti questi anni. Sempre insieme sia nelle vesti di opinion leader, sia più  professionalmente come Marketing Manager del progetto, sia come cittadina responsabile che vorrebbe il nostro Paese-Mondo più felice.
Avete ciascuna volta seguito i miei tanti racconti di viaggio: posti tanto lontani quanto duri o fiabeschi. Di ritorno (ancora una volta, direte) da Los Angeles, vi annuncio una novità, ovvero More and More, il “Manuale di Amore applicato” realizzato con dedizione insieme ad Enzo Recchia (eccellente fotografo), Anna Pettorino (impareggiabile grafica) e Whitney Kimball (curatrice dei testi in inglese). Parliamo di Life e Business Coaching.. un argomento da vivere, imparare ed a cui dare l’opportunità di farci cambiare, per crescere in meglio.

https://www.facebook.com/aloisio.coach

Add a comment
 

se ti serve ....

inviaci un pensiero! lo appenderemo sulla lavagna

schede culturali

un grazie a...

 



cerca
non bere

dalla Calabria

opinion leader

<<  Luglio 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    
few sentences
ultimo messaggio: 1 settimana, 1 giorno fa
  • merlino : I dispensatori di verità ascoltano solo loro stessi. Evitali.
  • merlino : Sono tutti ossessionati dal management. Pochi sono interessati alla leadership. Quella vera. Che si sostanzia intanto con l'essere "per".
  • merlino : Come ogni istante rinnova il precedente e viene rinnovato dal successivo, cosi la tua vita è chiamata, proprio in ogni istante, a rinascere di nuovo, a rigenerarsi, a risplendere, di più e meglio.
  • merlino : Se analizzi la caduta, la tua caduta, trovi sempre una causa ben precisa. Ecco, su quella devi lavorare per evitare recidive, anche potenzialmente pericolose se non destruenti.
  • merlino : Difficile affermare la speranza camminando sulle sabbie mobili. Quindi attenzione ai movimenti. Perché comunque si impone uscirne fuori e vivi.
  • merlino : Difficile affermare la speranza camminando sulle sabbie mobili. Quindi attenzione ai movimenti. Perché comunque si impone uscirne fuori e vivi.
  • merlino : La svolta ci precipita nel disastro quando decidiamo di essere coerenti con noi stessi, ma al contempo ci salva da disastri peggiori.
  • merlino : Il nostro sorriso ci rende giustizia molto più del nostro pianto.
  • merlino : L'amore non accetta condizioni. Esige la resa.
  • merlino : Sperare è camminare in attesa di un avvenire positivo, realizzante, migliore del passato e del presente, percependo quale garante la vita, indipendentemente da qualunque evidenza di morte.
  • merlino : La speranza è la scelta consapevole di slanciarsi nell'infinito, indipendentemente da ogni limite.
  • merlino : La speranza rende elastica la nostra capacità di amare, cioè la dilata. Quanto più vi è speranza, tanto più si dilata la nostra capacità di amare.
  • merlino : Le insidie peggiori sono quelle che meglio si nascondono. Sii molto sensibile e attento nell'intercettare quanto prima i segni rivelatori.
  • merlino : Conta intanto su di te. Ti scoprirai molto più forte e potente di quel che pensi.
  • merlino : E' sconvolgente considerare che in ogni istante ci viene fatto dono della vita.
  • merlino : Metti a fuoco una questione prioritaria essenziale: il tuo cuore è in cerca di significato.
  • merlino : In sintesi, è tutto un viaggio dal cuore alla testa e ritorno.
  • merlino : Volgi il tuo cammino intanto verso il paese del tuo cuore.
  • merlino : Significa stare lì sulla trasformazione, ossia trasformare ogni percorso in percorso di vita.
  • merlino : La sfida? Diventare il significante del proprio significato.
  • [merlino] : Non banalizzare mai il senso sacro della vita.
  • merlino : Incomincia dalla "visione". Stabilisci, quindi, per prima cosa, verso quale traguardo intendi condurre la tua vita.
  • merlino : I valori sono i comportamenti essenziali che ti impediscono di precipitare nell'abisso.
  • merlino : Il cuore pulsante della tua vita è nell'abbraccio più forte a chi ami.
  • merlino : Non è solo elevandosi verso l'alto ma anche e sopratutto chinandosi verso il basso che si agisce autenticamente al servizio.
  • merlino : Eserciti di gentaglia marciano come predatori per saccheggiare in ogni modo possibile e immaginabile. Evitali. E se mai li affronti non avere mai timore di essere nel giusto.
  • merlino : La malattia ti mette davanti la tua identità, insieme fragile e grandiosa. Attraverso il dolore vedi la tua reale miseria e la tua immensa grandezza.
  • merlino : La menzogna uccide. Noi stessi, gli altri, chiunque. Durissimo subirne le conseguenze. Evita la menzogna e riparti da nuove verità se la subisci.
  • merlino : L'osservazione del dolore ti impegni a farti carico delle tue responsabilità, ad essere di supporto, scudo a chi soffre.
  • merlino : Il fallimento, anche più abissale,non ci impedisca di rilanciare tutto di noi verso la vita.
  • merlino : La grande difficolta' ed il sentimento di sfiducia verso noi stessi generi proprio in noi stessi buon senso e rinnovata fiducia, intesa quale determinazione forte a ripartire, quale affermazione più convinta della volontà e della necessità di non arrendersi.
  • merlino : La semplicità è conseguenza della scelta di dire di "si" alla vita.
  • merlino : Prima di preoccuparti di cambiare il mondo incomincia ad adoperarti per cambiare te stesso.
  • merlino : Siamo nella necessità di trovare il nostro equilibrio nell'ordinario, molto più che nello straordinario.
  • merlino : È questo l'istante in cui sei chiamato a sentirti vivo. E così in ogni istante.
  • merlino : Stare insieme a chi ami non ha prezzo. È il valore più alto incarnato. L'amore è unione con l'amato.
  • merlino : Subire all'improvviso l'annientamento di sé stessi. In un attimo non siamo e rischiamo di non essere tu. Sono le occasioni più importanti per ascoltare il silenzio, fermare il tempo, rigenerare la vita.
  • merlino : La nostra società è ampiamente in crisi perché non riusciamo a rispettare neanche noi stessi.
  • merlino : La stanchezza ti chiama a recuperare energia vitale. È il tempo prezioso della ricarica. Una opportunità straordinaria di rigenerazione. Fai buon uso della tua stanchezza.
  • merlino : Occorre trovare vive in noi la bellezza e la determinante importanza prima di perdere tutto, e non dopo. Siamo ricchi e non lo sappiamo.
  • merlino : La forza interiore deriva dal tuo amore più profondo. Obbedisci a quella infinita profondità. Tutto il resto è un accessorio passeggero.
  • merlino : È proprio l'attimo di smarrimento il pretesto per farti fuori. Sii sempre sulla riga e non deviare. Questo è un tempo in cui non sono consentiti cedimenti.
  • merlino : Un attimo. Un attimo e perdi tutto. Pre-vedi. Evita l'attimo della caduta. Fai questo immane sforzo.
  • merlino : Ovunque tu vada, vai verso la vita. Fattelo dire da chi vede morire tutti i giorni.
  • merlino : Fa parte della tua integrità mantenere le promesse.
  • merlino : La forza in te ti consente di compiere prodigi. Devi solo crederci.
  • merlino : Non perdere tempo a ritenere che siano gli altri a doverti promuovere.Tocca a te promuovere te stesso.
  • merlino : La tua salute va privilegiata come bene supremo da tutelare. Non riscoprire il suo valore quando compromessa.
  • merlino : L'essere in vita è lo stato di grazia indispensabile per poter ricreare, a partire da ciascun istante, tutta la nostra vita.
  • merlino : Il mistero della morte è l'evidenza che pare infrangere in ultimo il respiro della vita. In realtà è la Vita che avvolge la morte e che dall'interno della sua mostruosità la rigenera in vita, più grande, infinita. Strada stretta, antinomia di logica e biologia: chiamala fede.
  • merlino : Si ricomincia ogni giorno. Si cade e ci si alza. Ma questa sia la tua costante tensione, oltre qualunque reiterata fragilità: preoccupati ogni giorno di amare di più.
  • merlino : Si tratta dell'unica priorità: metti al centro la Vita. La Vita al centro di tutto. La vita nell'Amore. La Vita che nell'amore è più forte della morte.
  • merlino : Se ti decidi per la vita non potrai essere distrutto, nemmeno da qualsiasi crollo delle illusioni.
  • merlino : Costruisci la tua vita su un fondamento che sostiene.
  • merlino : Non è un altro giorno. È un giorno in meno. Vivilo in pienezza.
  • merlino : Sperare è saper cogliere la primavera nell'inverno.
  • merlino : Vi sono piani di realtà di cui non puoi non tenere conto. Di cui devi tenere conto.
  • merlino : Prendere le distanze da ciò che non si condivide è di fondamentale importanza per recuperare ed espandere forze e ricchezze di vita.
  • merlino : Il dramma è doversi sopportare i bugiardi cronici istituzionali. Rispondi con l'esempio corretto. E tante volte meglio senza proferire verbo. Esempi lampanti. Nulla più.
  • merlino : Inutile e pericoloso rispondere istintivamente alle offese se non hai le idee chiare e la corretta comprensione della forza reale del tuo avversario. Aspetta, valuta, verifica e solo quando nelle reali possibilità di replica efficace rispondi a tono.
  • merlino : Devi farti sempre trovare pronto, lucido, reattivo. La sofferenza irrompe quasi sempre inaspettata nella vita. Nessuno è esente da questa sgradevolissima irruzione. Rimani quindi pronto a reagire e ad agire.
  • merlino : Siamo chiamati a nutrirci creativamente dello smisurato prodigio della vita.
  • merlino : Il nostro corpo e la nostra esistenza sono profezie di un amore incondizionato.
  • merlino : Non ti colpevolizzare se vieni rifiutato. Riparti dalle ceneri e persino da esasperazione e disperazione. Ma riparti. Nel flusso della vita. Nel dono nuovo della vita.
  • merlino : La stanchezza estrema ci porge con nitida chiarezza l'evidenza della nostra finitudine e insieme la nostra capacità di rinascita.
  • merlino : Spiegano ciò che non vivono, e vi è anche chi li ascolta.
  • merlino : Il distacco aiuta a comprendere la tua verità, e a scegliere per viverla nella sua pienezza.
  • merlino : Assapora il gusto di vivere nell'amore. È unico. Ti rende vivo.
  • merlino : Semplifica. Essenzializza. Vai all'irrinunciabile determinante. Dai al tuo tempo sostanza piena e traboccante di vita.
  • merlino : Consuma solo ciò che ti è necessario. Ciò che ti rende felice non può essere acquistato.
  • merlino : Incoraggia e supporta sempre, senza nulla chiedere in cambio, il talento altrui. Il tuo passare sia germinativo di una umanità migliore.
  • merlino : Prima di decidere valuta con attenzione il contesto esterno in cui produrranno gli effetti delle tue decisioni.
  • merlino : Non si condivide a parole.
  • merlino : Trova la forza nell'irrinunciabile.
  • merlino : Le tue parole siano donatrici di speranza.
  • merlino : Le due alleanze difficili da rispettare, quella con il passato e più ancora quella con il futuro.
  • merlino : La speranza ha un laboratorio sperimentale. Si chiama perseveranza.
  • merlino : Non abbandonare a metà l'opera intrapresa.
  • merlino : Vieni ostacolato dal malaffare? Consideralo un alto onore.
  • merlino : Tutti pronti a combattere nascosti dietro la tua schiena.
  • merlino : L'amore si volge indietro e impara, nel presente da' tutto senza riserve, ma per sua natura è aperto al futuro, guarda lontano e con coraggio si avvia, qualunque sia il tempo, verso il domani.
  • merlino : Accetta battute d'arresto. Fai di una sconfitta tesoro di espansione di vita. Proteggi il tuo amore. Respira immensità sotto le stelle.
  • merlino : L'incompiutezza ti sia alleata. Una profonda umiltà sia la tua strada maestra. Con passione e pazienza vivi, accogli e crea, durante il giorno e la notte, meraviglie nel tuo cammino.
  • merlino : Si parla troppo di gestione e quasi nulla di risultati.
  • merlino : Ciò che puoi e devi imparare solo a tue spese:la responsabilità.
  • merlino : Non rinnegare la tua verità se a causa di essa dovrai subire ingiuste e pesanti ostilità.
  • merlino : L'amore obbedisce solo a se stesso e nella finalità di se stesso.
  • merlino : Ci si rompe in ogni momento. Ci si deve curare in ogni momento.
  • merlino : Non credere quando ti dicono che la perfezione non esiste. Io l'ho incontrata, vissuta, abbracciata.
  • merlino : Fai attenzione ai professionisti del muro a tutti costi, delle barricate a prescindere. Evitali. Ignorali. Affrontali solo quando sai di essere nel giusto e di avere le spalle sufficientemente larghe.
  • merlino : Solo affermando l'amore irrinunciabile trovi pace nel cuore.
  • merlino : La serenità diventa possibile solo quando rinunci a tutto ciò cui brami per amore di chi ami.
  • merlino : I moltiplicatori di problemi sono una pericolosa perdita di tempo. Concedi loro pochissimo spazio e vai oltre e speditamente sulle questioni essenziali.
  • merlino : Prendi la delusione di adesso e trasformala in speranza e azione mirata per il tuo avvenire.
  • merlino : Cura la tua preparazione ogni giorno. Sviluppa e arricchisci ogni giorno le tue conoscenze.
  • merlino : Il chiarirsi deve essere diretto, essenziale, deciso.
  • merlino : Se ti offendono ignora. Replica puntando dritto ai tuoi obiettivi.
  • merlino : Ricordati che scaricano le responsabilità delle loro insufficienze sul più forte, mai su loro stessi.
  • merlino : La coerenza paga sempre, quando è specchio di competenza, passione, integrità.
  • merlino : Si tratta di rivedere il concetto di speranza. Non è un augurio, un auspicio. È la decisione, è l'agire, dettato dalla fiducia, dalla fede, che ti porta ad andare verso un obiettivo che ritieni irrinunciabile, nonostante tutto.

Only registered users are allowed to post

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counteroggi502
mod_vvisit_counterquesto mese33780
mod_vvisit_countertotali2219301
 53 visitatori online